.
Annunci online

straniero
diario
29 maggio 2018
Lettera aperta a #Mattarella
Il Prof. Paolo Savona comincia così la sua risposta:

Ho subito un grave torto dalla massima istituzione del Paese sulla base di un paradossale processo alle intenzioni di voler uscire dall’euro e non a quelle che professo e che ho ripetuto nel mio Comunicato, criticato dalla maggior parte dei media senza neanche illustrarne i contenuti.

Aggiungo che l'Italia tutta ha "subito un grave torto dalla massima istituzione del Paese" e cercherò di spiegare perché. La mia non è un'affermazione gratuita, ma pensata, ragionata, e soprattutto basata sulle sue stesse parole:

La designazione del ministro dell’Economia costituisce sempre un messaggio immediato, di fiducia o di allarme, per gli operatori economici e finanziari.
Ho chiesto, per quel ministero, l’indicazione di un autorevole esponente politico della maggioranza, coerente con l’accordo di programma. Un esponente che – al di là della stima e della considerazione per la persona – non sia visto come sostenitore di una linea, più volte manifestata, che potrebbe provocare, probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente, la fuoruscita dell’Italia dall’euro. Cosa ben diversa da un atteggiamento vigoroso, nell’ambito dell’Unione europea, per cambiarla in meglio dal punto di vista italiano.

L'unica chiave di interpretazione di queste sue parole (frittomisto di frottole, Travaglio dixit) sta in questo verbo: "potrebbe", un condizionale! E se non fosse stato capito, addirittura raddoppiato da un altro: "potrebbe ... probabilmente", almeno siamo sicuri! Seguito da un fantastico "o, addirittura, inevitabilmente", così come per voler fare apparire INEVITABILE una situazione che comunque non verrà mai a concretizzarsi, perché tanto, con la sua decisione sciagurata, l'esecutivo che "potrebbe... probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente" provocare non si sa che cosa non vedrà mai la luce!

Ma qua siamo alla sfera di cristallo, caro Presidente! Non sapevo che per fare il garante della Costituzione, era pur indispensabile avere doni da veggente! Se io faccio questo, succederà questo, o meglio, "potrebbe... probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente" succedere questo!

Quindi tanto meglio non farlo succedere... Roba da matti!

L'ha scritta lei, quella frase, Presidente, oppure se l'è fatta scrivere da qualche indovino di sua conoscenza? Perché mi dica, Presidente, ad oggi si è mai visto un Presidente della Repubblica prendere una decisione così dramaticamente grave per le sorti del Paese basata su una motivazione così ridicolamente priva da ogni fondamento?

"potrebbe... probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente"

Allorquando con questa "fama" che lo precedeva, il Prof. Savona avrebbe avuto una formidabile carta in mano per andare a negoziare a nome dell'Italia! Lo spiega lui stesso nella sua risposta

...avrei chiesto all’Unione Europea di dare risposte alle esigenze di cambiamento che provengono dall’interno di tutti i paesi-membri; aggiungo che ciò si sarebbe dovuto svolgere secondo la strategia di negoziazione suggerita dalla teoria dei giochi che raccomanda di non rivelare i limiti dell’azione, perché altrimenti si è già sconfitti, un concetto da me ripetutamente espresso pubblicamente.

Ecco quindi che tutto l'immenso fracasso dei media mainstream contro il professore "eretico" gli sarebbe tornato eccezionalmente utile per essere in posizione di forza, e non di debolezza (condizione pressoché comune a tutti quelli che fino ad ora hanno avuto in Europa un comportamento sommesso, inversamente proporzionale a quanto gridavano a gran voce in Italia, Matteo Renzi su tutti)!

Io ritengo che lei abbia combinato un casino gigantesco, caro Presidente, un errore politico enorme, di una gravità inaudita. Si può dire? Oppure verrò perseguito dalla polizia postale per lesa-maestà? Sarà che questo reato è già stato abolito nel mio paese, ma non posso stare zitto di fronte al vulnus della democrazia che lei ha creato con la sua decisione così sconsiderata, basata su di una motivazione così evanescente:

"potrebbe... probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente"

Quindi, con questa premessa, tutte le sue ulteriori disquisizioni su
  • L’incertezza sulla nostra posizione nell’euro ha posto in allarme gli investitori e i risparmiatori, italiani e stranieri, che hanno investito nei nostri titoli di Stato e nelle nostre aziende. 
  • L’impennata dello spread, giorno dopo giorno, aumenta il nostro debito pubblico e riduce le possibilità di spesa dello Stato per nuovi interventi sociali.
  • Le perdite in borsa, giorno dopo giorno, bruciano risorse e risparmi delle nostre aziende e di chi vi ha investito. E configurano rischi concreti per i risparmi dei nostri concittadini e per le famiglie italiane.
  • Occorre fare attenzione anche al pericolo di forti aumenti degli interessi per i mutui, e per i finanziamenti alle aziende. In tanti ricordiamo quando – prima dell’Unione Monetaria Europea – gli interessi bancari sfioravano il 20 per cento...
lasciano il tempo che trovano, è tutto semplicemente un "paradossale processo alle intenzioni" (Prof. Savona dixit) che di certo non è degno di un Presidente della Repubblica.

Potrei ancora aggiungere diverse cosucce, ma non mi va. Questa situazione mi ha schifato, penso che con la sua decisione lei ha preso in giro il popolo italiano, e la cosa è già chiara dall'inizio del suo discorso:

Dopo aver sperimentato, nei primi due mesi, senza esito, tutte le possibili soluzioni, si è manifestata – com’è noto – una maggioranza parlamentare tra il Movimento Cinque Stelle e la Lega che, pur contrapposti alle elezioni, hanno raggiunto un’intesa, dopo un ampio lavoro programmatico.

Ne ho agevolato, in ogni modo, il tentativo di dar vita a un governo.

Con l'esito che oggi sta sotto agli occhi di tutto il paese. 

Quel tentativo, caro Presidente, "avrebbe potuto... probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente" vedere la luce. DOVEVA vedere la luce. Invece lei ha preferito mettere il suo veto, senza un giustificato motivo (salvo voler seriamente asserire che "potrebbe... probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente" sia un giustificato motivo), e le cui conseguenze sono per ora del tutto inimmaginabili. Certo, Di Maio e Salvini, non hanno scritto la storia.

Ma lei, sicuramente, sì. Ad maiora semper...

Jean-Marie Le Ray

P.S. Mano a mano che scoprirò pareri contrari alla decisione di Mattarella, sicuramente molto più autorevoli della mia semplice analisi, li aggiungerò in questa lista:



permalink | inviato da jmleray il 29/5/2018 alle 7:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 195688 volte




IL CANNOCCHIALE