.
Annunci online

straniero
diario
13 novembre 2009
Italia, popolo di struzzi. Omertosi.
Silvio Berlusconi è peggio di un cancro maligno! Sta ammazzando l'Italia, la democrazia, la costituzione, il convivere civile, la politica (intesa nel senso nobile della parola, di cui nessuno ricorda più niente), la giustizia, l'economia, e chi più ne ha, più ne metta.

E il buon popolo italiano dice: Amen! (con la benedizione e il silenzio complice del Vaticano!) Fa finta di niente. Mette la testa sotto la sabbia - per non dire sotto il culo, ma è soltanto un problema terminologico, la sostanza non cambia -, e aspetta tempi migliori con rassegnazione. 

Un bel popolino di struzzi. E attenti alla pronuncia.

Perché di sicuro, i tempi migliori non arriveranno mai! Finché c'è Berlusconi e la sua cricca al potere, non può di certo arrivare niente di buono, niente di meglio (a parte per le mafie e i piduisti, chiaro), soltanto il peggio. Per la gente comune. Che quindi non ha più nessuna scusa a starsene zitta.

Ma come ha fatto la maggioranza della gente a votare Berlusconi, dico io!? Sono quindici anni che racconta le stesse minchiate come un disco rotto - i comunisti, i giudici politicizzati, le sentenze ad orologeria, le persecuzioni giudiziarie nei miei confronti, ecc., dimenticando soltanto un piccolo particolare: sarebbero persecuzioni se lui fosse innocente, ma lui innocente non è, anzi, è proprio colpevole! Vedasi caso Mills, per esempio.

No, innocente non è, non sa neanche più che cosa sia l'innocenza, così come non sa neanche più che cos'è la verità! 

Silvio Berlusconi mente, non fa altro che mentire, mente a tutti e sicuramente a se stesso per primo. Condizione sine qua non però, per poter far finta di credere egli stesso a quello che dice. E questo è un dato di fatto, è sotto agli occhi di tutti.

Quindi quello che mi fa incazzare di più è che la gente lo crede!!! O fa finta di crederlo, che poi è lo stesso!

Ed è lì che c'entra l'omertà. Come ha spiegato benissimo Saviano l'altro ieri, l'omertà si può declinare in due modi: vedere/sapere quello che succede e non parlare per paura delle ritorsioni, oppure far finta di non vedere/sapere per evitarsi la pena di dover parlare! Che poi è esattamente quello che fanno i struzzi! Quasi un pleonasmo...

E già se la prima proposizione non è neanche più sostenibile, oggi tanto meno lo è la seconda. Perché oramai nessuno più in Italia può seriamente pretendere ignorare quello che combina Silvio Berlusconi. E neanche chi lo ha votato, dico io.

Io, personalmente, non ce la faccio a starmene zitto. Sarà perché sono francese, e i francesi, si sa, sono un popolo incazzoso, che può sopportare molto (e in effetti, con Sarkozy sta già sopportando molto), ma non tutto! E questo il potere lo sa, in Francia. Ci sono dei limiti. Invalicabili. Perché se non la gente s'incazza. E lo fa sul serio! Scende per strada a sfasciare tutto quello che le capita a tiro. Se un capo di governo in Francia facesse soltanto la metà di quello che sta combinando Berlusconi da quindici anni, finirebbe appeso ad un "gancio da macellaio" (la dolce espressione è di Nicolas Sarkozy in persona).

In Italia, mi pare che l'ultima volta che è successo una cosa del genere fu a piazzale Loreto, era il 29 aprile 1945 e l'appeso si chiamava Mussolini... Allora ha proprio ragione Umberto Eco

Bisognerà aspettare che Berlusconi faccia morire un milione di italiani prima che la gente smetta di appoggiarlo?

Certo, sicuramente non farà un milione di morti, ma forse un milione di vittime, si. Perché se dovesse passare l'attuale DDL ammazza processi, allora le decine di migliaia di risparmiatori che hanno perso tutto nel crack Parmalat e Cirio se la prenderebbero in saccoccia. E così sicuramente altre decine e decine di migliaia di persone perderebbero tutto, tra cui sicuramente anche molto di loro che hanno votato PDL e Berlusconi. Quindi veramente in Italia oggi non ci sono più limiti, oggi non c'è più limite al peggio.

E questo non è colpa di Berlusconi, sia chiaro. Berlusconi si sa, fa soltanto i cazzi propri e non gli passa neanche per l'anticamera del cervello interessarsi della gente, del popolo italiano, del paese. Visto dal suo punto di vista, non ha nessun motivo per porre limiti al suo scempio della democrazia. E' come un bambino viziato che chiede di più, di più, sempre di più. E lo fa finché non c'è qualcuno che gli pone limiti.

Berlusconi idem. E continuerà a farlo oltre ogni limite! Quindi non c'è da stupirsi se fa soltanto porcate e ne farà sempre di peggio finché "qualcuno" non gli porrà dei limiti insuperabili.

Sarà difficile trovare questo qualcuno, direte voi. Secondo Forbes, Berlusconi è il 12° uomo più potente al mondo, chi mai potrà opporsi a così tanta potenza.

La gente!!!

Il popolo degli onesti. L'opinione pubblica. Il paese Italia. Gli italiani e le italiane, la gente comune, compresi quelli che lo hanno votato e che sono ancora in tempo a rendersi conto dell'immane cazzata e a riparare.

Perché così com'è la gente, con la sua indifferenza e col suo silenzio colpevole, che ha permesso a Berlusconi di avere il potere che ha oggi, così glielo può riprendere e mandarlo a casa. Tanto ce l'ha, la casa.

Quindi se è vero che Berlusconi ha un piano "segreto" per andare al voto anticipato a marzo 2010, nell'intento di trasformare questo ritorno alle urne in un referendum su se stesso, presentandosi da solo e mollando Fini e Bossi (non mi hanno fatto governare, datemi un mandato pieno e riformerò veramente l'Italia...), allora ecco la VIA MAESTRA per cacciare definitivamente - e democraticamente - Berlusconi, il modo di riparare gli errori del passato (ancora presente, purtroppo...), l'ultimo treno da non perdere perché non ripasserà più.

Ma per questo non bisogna essere né struzzi, né omertosi

Italiani, italiane, svegli!!! 

Quindi il test del 5 dicembre per il NO BERLUSCONI DAY sarà veramente l'occasione per farli capire, in massa, che la sua presenza nel governo non è più gradita e che si deve togliere dalle palle! Per andare a fare l'unica cosa che uno come lui dovrebbe fare: l'imputato! (Di Pietro dixit)

J-M

P.S. Questo post è dedicato a Daniele Martinelli, che ringrazio per il lavoro che fa, e che non esita ad usare "parole violente" quando necessario...



permalink | inviato da jmleray il 13/11/2009 alle 12:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 195669 volte




IL CANNOCCHIALE